Sentenza CGUE del 13 gennaio 2022 a favore degli IdR

Al via il secondo gruppo di nuovi ricorsi (GRATUITI PER GLI ISCRITTI
SNADIR) per l'illegittima reiterazione dei contratti a termine
Con la sentenza della Corte di Giustizia dell'Unione Europea del 13 gennaio2022, a cui si è
giunti grazie ad una azione legale p'romossa dalla Fgu/Snadir, è stato riaffermato il
principio secondo il quale il precariato degli Idr dev'essere risolto e superato secondo gli
stessi criteri utilizzati, in questi anni, per i precari di tutte le altre discipline.
Lo Snadir, pertanto, avvierà un nuovo ricorso unico al Tribunale di Roma. L'iniziativa sarà
volta alla richiesta della stabilizzazione del posto di lavoro e, in via subordinata, alla
richiesta di risarcimento del danno.
All'iniziativa potranno partecipare gli interessati secondo la casistica sotto riportata:
A. Coloro che non hanno intrapreso alcun ricorso per la stabilizzazione;
B. Coloro che già hanno ottenuto il risarcimento del danno oppure non l'hanno avuto, con
sentenze passate in giudicato, limitatamente al periodo successivo al deposito del primo
ricorso, non risarcito in sede di giudizio.

Allegati
snadir religione.pdf

Ultima modifica il 21-02-2022